Resistenze in Cirenaica Vol.3

La donazione è libera, ma ti consigliamo una donazione minima di 13€ (10€ per il libro + 3€ di sped. postale). Questa cifra minima ci permette contemporaneamente di sostenere l’opera dell’autore e la gestione di questo sito.

CONDIVIDI

Sinossi

Il n.3 dei Quaderni di Cirene è interamente dedicato ai segni e detriti lasciati dal ventennio fascista nel nostro paesaggio urbano: architetture controverse, monumenti, nomi di vie e piazze. Detriti sempre più spesso al centro di polemiche. Intorno ad essi si combatte una guerriglia per la maggior parte del tempo a bassa intensità, che ogni tanto sfocia in battaglie campali. Wu Ming 1 ne traccia l’andamento in un’inchiesta narrativa su Predappio, la «Betlemme dei neofascisti», dove nell’ex-Casa del Fascio si vuole costruire un ambiguo museo del fascismo. Valerio Monteventi e Alessandro Papa, come vuole l’ancora recente ma già definita tradizione di Resistenze in Cirenaica, raccontano di Bologna, – dove la toponomastica del regime è stata in gran parte smantellata nel dopoguerra, – riportandoci al 1938, anno XVII E.F. Infine, Jadel Andreetto ci offre un «viaggio sentimentale» per le vie di Bolzano/Bozen, la sua città, tra ricordi di giovinezza e faschistische relikten.

Scheda Tecnica

Editore:
Collana: I quaderni di Cirene
Pagine: 136
Anno:

Iscriviti alla newsletter