L’occupazione

La donazione è libera, ma ti consigliamo una donazione minima di 20€ (17€ per il libro + 3€ di sped. postale). Questa cifra minima ci permette contemporaneamente di sostenere l’opera dell’autore e la gestione di questo sito.

CONDIVIDI

Sinossi

In una Manhattan turbata dalla notizia dell’occupazione, due amici programmatori, Andreas e Jacob, hanno anche altro di cui preoccuparsi: l’uno viene abbandonato dalla fidanzata Nora in circostanze sospette, mentre l’altro è perseguitato via internet da un certo Tokyo.
Ma cos’è l’occupazione? La prima notizia, che gli Stati Uniti siano stati occupati dall’Unione Europea, viene subito smentita dall’annuncio opposto, per poi scatenare un caos di informazioni contraddittorie o assurde, in un inestricabile groviglio di media che pretendono tutti di detenere la verità. Nella vita quotidiana, però, non cambia quasi nulla. I negozi sono aperti, i treni viaggiano regolarmente e i vigili, con aria di mistero, dirigono il traffico. Non si vedono invasori.
Andreas e Jacob intanto sono impegnati nella ricerca di Nora e Tokyo, trovandosi invischiati nelle manovre, goffe e forse futili, di nuove sette e gruppi sovversivi: gli Emisfero Sinistro, i Foglietti, la Chiesa di Smith, gli Armadilli, che come loro cercano di capire e interpretare il mondo dopo l’occupazione.

Scheda Tecnica

Autore:
Editore:
Collana: Scarto
Pagine: 304
Anno:

Iscriviti alla newsletter