Rivolta

La nostra storia la raccontiamo noi

CONDIVIDI

Sinossi

Nel 1977 muore Charlie Chaplin. Con lui, per qualcuno, la possibilità di avviare un percorso gentile – umano – verso la modernità. Nel 1977 Bologna era la politica di organizzazione extraparlamentare, dei cani sciolti, della controcultura.
Era l’arte emergente del fumetto, della performance, era l’informazione rinnovata delle radio libere e delle fanzine.
Era la nuova istruzione possibile nelle aule del Dams. Una città laboratorio sul margine pretecnologico di un’Italia del tutto diversa da quella di oggi. Quella stagione – passata nei giornali, o nelle corti di giustizia, come “anni di piombo” – patisce una descrizione assolutamente riduttiva e ingiusta. Furono anni assolutamente più ricchi di politica, di utopia, di desiderio, di progetti, che non di confronto armato.
Del 1977 ne hanno parlato pressoché solo i magistrati ed i giornalisti, veloci, spesso corrivi. Obliterando quell’esplosione, quella percezione dell’esistenza da soggetti metropolitani capaci di pensare, decidere, volere, desiderare, occupare il suolo pubblico. Di attribuire importanza alla propria vita e alla propria esistenza anche fisica e corporea. Di fare politica con il proprio corpo. Di fare Rivolta.

Scheda Tecnica

Regia e montaggio: Manuela Costa, Maurizio Gibo Gibertini
Ricerca storica: Valerio Guizzardi, Giorgio Lavagna
Musiche: Gaznevada
Produzione: M’ArtE_Officina Multimediale
Genere:
Anno:
Durata: 60 minuti

Guarda il film completo

Iscriviti alla newsletter