Do Ut Des Film Festival

banner

Do Ut Des Film Festival è un contenitore di cinema breve aperto a cortometraggi di qualunque genere e nazionalità.

Le sezione pricipale del festival è la Main Competition

Ci sono due “sezioni speciali”, le quali hanno direttamente a che fare con il nome scelto per questo festival: 

◼️ Music in Short (sono ammessi videoclip; musical; video sperimentali in cui le immagini interagiscono direttamente con la musica)

◼️ Remix Culture: Italia – Venezuela A/R (include film dedicati allo scambio culturale tra registi di origine italiana che vivono all’estero e registi di origine straniera che vivono in Italia; quest’anno il focus sarà dedicato al Venezuela)

Do Ut Des Film Festival non è soltanto un simpatico gioco di parole, ma vuole, prima di tutto, ribaltare lo stereotipo negativo legato alla locuzione latina do ut des; un’espressione spesso utilizzata per indicare l’antica – quanto poco edificante – pratica del “voto di scambio” all’interno della politica e nelle istituzioni in generale… Una provocazione? Forse sì, ma l’unica cosa che qui ci interessa barattare sono il vostro talento visionario e la nostra capacità di metterlo in risalto e premiarlo come merita e poi, perché no, mixare culture e stili diversi poiché il cinema è bello anche perché è vario.

Inoltre, scegliendo come sede del festival un delizioso teatro nel Casentino non potevamo non rendere omaggio a uno dei personaggi passati alla storia della musica per essere stato l’inventore del tetragramma (alla radice dell’attuale pentagramma), ovvero Guido d’Arezzo (nato a Talla – Arezzo – intorno al 991 DC); il quale, fu il primo nell’anno 1025 a mettere in fila tutte le note della scala musicale a partire dal suono UT (quello che oggi conosciamo come DO).

Il festival è patrocinato dal Comune di Bibbiena ed ha come partners la Fondazione Guido D’Arezzo e la cooperativa sociale L’albero e la Rua.

La giuria tecnica è composta da:

  • MARIO SESTI – Giornalista, critico, regista e direttore artistico della Festa del Cinema di Roma
  • PAOLA RANDI – Regista e sceneggiatrice
  • LORENZA INDOVINA – Attrice e regista 
  • IRA FRONTEN – Attrice e organizzatrice degli Italian Black Movie Awards 
  • MARK MELVILLE – Direttore della fotografia
  • DOMENICO VIRGILI – Direttore d’orchestra e compositore

[ ENGLISH VERSION ]

Do Ut Des Film Festival is a fantastic container of short cinema; open to any genre of short films from all over the world. The principal section is the Main Competition

In addition, there are two “special categories”, which directly have to do with the name chosen for this festival: 

Music in Short (video clips; musicals; experimental videos in which the images interact directly with the music are allowed)

Remix Culture: Italy – Venezuela Round Trip (includes films dedicated to the cultural exchange between directors of Italian origin living abroad and directors of foreign origin living in Italy; this year the focus will be on Venezuela) 

Do Ut Des Film Festival is not just a nice word pun, but it wants – first of all – to overturn the negative stereotype linked to the Latin phrase do ut des: an expression often used to indicate the ancient – how not very edifying – practice of “exchange’s vote” within politics and institutions in general … Is it a provocation? Maybe yes, but the only thing we are interested in trading here are your visionary talent and our ability to highlight and reward it as it deserves and then – why not – mixing different cultures and styles, because cinema is beautiful also because it is varied. 

Furthermore, by choosing a small town in Casentino (Tuscany) as the venue for the awards ceremony, we could not fail to pay homage to one of the characters who made the history of music for being the inventor of the tetragrammaton (at the root of the current stave), namely Guido d’Arezzo (born in Talla – Arezzo – around 991 AD); who was the first in the year 1025 to line up all the notes of the musical scale starting from the UT latin sound (what we now know as C). 

Our Partners are: Comune di Bibbiena, Fondazione Guido D’Arezzo, L’albero e la Rua

The Jury  members are:

  • MARIO SESTI – Journalist, critic, director and Festa del Cinema di Roma artistic director
  • PAOLA RANDI – Director and screenwriter ​
  • LORENZA INDOVINA – Actress and director
  • IRA FRONTEN – Actress andItalian Black Movie Awards event manager 
  • MARK MELVILLE – Cinematographer ​
  • DOMENICO VIRGILI – Conductor and music composer

PROGRAMMAZIONE / PROGRAM

MAIN COMPETITION
(vai alla sezione)

▶ MOUSIE
David Bartlett | UK | 2020 |17′ | drammatico – Associak Distribuzione

▶ SOLO UNA MAS
Guillermo Fernandez Groizard | SPAIN | 2021 | 14′ | commedia

▶ CONSUME
Bruno Gradaschi | ARGENTINA | 2020 | 13′ | distopico / grottesco – Associak Distribuzione

▶ BETTER THAN NEIL ARMSTRONG
Alireza Ghasemi | IRAN | 2020 | 20’ | racconto di formazione – Associak Distribuzione

▶ LO SCHIACCIAPENSIERI
Domenico Modafferi | ITALY | 2019 | 13′.20 | commedia romantica – Zen Movie Distribution

▶ REFLECTION
Alvaro Jimenez | COLOMBIA | 2020 | 8′ | thriller / fantasy

▶ BROKEN ROOTS
Asim Tareq/Sara Elzayat | JORDAN | 2020 | 4′ | animazione – Associak Distribuzione

▶ THE CLOUD IS STILL THERE
Mickey Lai | MALAYSIA | 2020 | 18′ | drammatico – Associak Distribuzione

▶ #PICOFTHEDAY
Andrea Beluto | ITALY | 2020 | 19′ | commedia surreale – Premiere Film Distribuzione

▶ I AM AFRAID TO FORGET YOUR FACE
Sameh Alaa | EGYPT | 2020 | 15′ | drammatico – Zen Movie Distribution

▶ DAJLA: CINEMA AND OBLIVION
Arturo Dueñas Herrero | SPAIN | 2020 | 15′ | documetario

▶ 500 CALORIES
Cristina Spina | ITALY-USA | 2020 | 17′.21 | drammatico – Zen Movie Distribution

▶ LA PLAYITA
Sonia Bertotti | ARGENTINA | 2018 | 13′ | docufiction

▶ AVA’S SILENCE
Seyed Gholamreza | Nematpour | IRAN | 2020 | 13’| drammatico

MUSIC IN SHORT
(vai alla sezione)

▶ CRIS SUPERSTAR
Guillermo Fernandez Groizard | SPAIN | 2020 | 20′ | musical

▶ LOW REZ
Joel Jent | SWITZERLAND | 2020 | 4′ | videoclip

▶ KYS
Jo Velli | ITALY | 2020 | 10′.45 | sperimentale musicale

REMIX CULTURE: ITALIA-VENEZUELA A/R
(vai alla sezione)

▶ MI CHIAMAVANO PIETRO
Pedro Mercado | VENEZUELA | 2020 | 8′.30 | documentario

▶ TRÁMITE DE ADMISIÓN
Tullio Cavalli / Abraham Tovar | VENEZUELA | 2020 | 8’ | docufiction

▶ FALTA… TODAVÍA FALTA
Juan Rodrigo Urso Arteaga | VENEZUELA | 2020 | 8′.08 | documentario



section1


locandina

MOUSIE
David Bartlett | UK | 2020 |17′ | drammatico – Associak Distribuzione

Sinossi | Berlino 1936. La Germania di Hitler ospiterà presto le Olimpiadi e le sue strade vengono “ripulite” dagli ebrei e dai rom. Hèléne, una bambina rom di sette anni, si nasconde in un vecchio e decadente club di Weimar protetta dalla ballerina Katharina che ha intenzione di portarla in America.

Synopsis | Berlin 1936. Hitler’s Germany will soon host the Olympics Game and the streets are “cleared” of Jews and Rom. Hèléne, a seven-year-old Rom girl, hides in an old and decadent Weimar club protected by the dancer Katharina who plans to take her to America.

STILL DEL FILM

still
INTERVISTA CON L’AUTORE/AUTRICE

autore
AUTORE/AUTRICE

David Bartlett, nato a Bristol, in Inghilterra, ha iniziato come attore da bambino, ma in seguito si è formato come giornalista per carta stampata e TV prima di iniziare la sua carriera come regista alla BBC. Spesso caratterizzato da tematiche musicali e storiche, il lavoro di David ha spaziato dal dramma al documentario. Il suo primo cortometraggio drammatico “The Goodbye Plane” (2003) è stato recensito da Derek Malcolm per The Guardian come “un film molto bello – molto, molto ben diretto” e osannato come un “tour de force” da Shaun Usher (Daily Mail). Accanto a serie americane di successo come “Locked Up Abroad”, “Dangerous Persuasions” e “Paranormal Witness”, David ha diretto per la BBC in prima serata “Casualty” e ha scritto e diretto acclamate drammi come “The Great Train Robbery”, “The Assassination of JFK” e “The Hitler Diaries: Fact Or Fiction” per BBC Television / History Channel. David ha anche scritto e diretto il lungometraggio televisivo “Trial of the Knights Templar” per Channel Five e Granada International ed è stato di recente il capo sceneggiatore e regista di “Race For The White House” per CNN e Netflix.

David Bartlett, born in Bristol, England, began as an actor as a child but later trained as a journalist for paper and TV before starting his career as a director at the BBC. Often characterized by musical and historical themes, David’s work has ranged from drama to documentary. His first dramatic short film “The Goodbye Plane” (2003) was reviewed by Derek Malcolm for The Guardian as “a very good film – very, very well directed” and hailed as a “tour de force” by Shaun Usher (Daily Mail ). Alongside American hit series such as “Locked Up Abroad”, “Dangerous Persuasions” and “Paranormal Witness”, David has directed for the BBC in prime time “Casualty” and has written and directed acclaimed dramas such as “The Great Train Robbery”, “The Assassination of JFK” and “The Hitler Diaries: Fact Or Fiction” for BBC Television / History Channel. David also wrote and directed the television feature film “Trial of the Knights Templar” for Channel Five and Granada International and was most recently the lead writer and director of “Race For The White House” for CNN and Netflix.

locandina

SOLO UNA MAS
Guillermo Fernandez Groizard | SPAIN | 2021 | 14′ | commedia

Sinossi | Il gioco perfetto di Roberto Menchén inizierà ad attirare l’attenzione dei clienti del bar. E come tutti noi, ci chiediamo: quale sarà il suo prossimo successo? La fama, i soldi, la ragazza … è tutto lì sul tavolo da biliardo.

Synopsis | Roberto Menchén’s perfect game will start to attract the attention of the bar’s customers. And like all of us, we wonder, what will be his next hit? The fame, the money, the girl … everything is on the table.

STILL DEL FILM

still
INTERVISTA CON L’AUTORE/AUTRICE

autore
AUTORE/AUTRICE

Guillermo Groizard. È regista teatrale, cinematografico e televisivo, oltre che produttore esecutivo di serie TV presso la rete GLOBOMEDIA. Questi alcuni dei suoi lavori più apprezzati: la pluripremiata commedia “This is not a date” (2013), gli spettacoli “This is not a fax”, “In labor”, “Dreaming maybe fucking”, “Detained”, “For a Michelin star”, “Rarely”, “I like Cola better – Cao ” tra gli altri, per il MICRO THEATER FOR MONEY (dal 2011 fino ad oggi). Regista delle serie TV “The heart of the ocean” (2011), Punta escarlata (2011), Red águila (2009) per GLOBOMEDIA.

Director of the award-winning comedy “This is not a date” 2013. / Director of the plays “This is not a fax”, “In labor”, “Dreaming maybe fucking”, “Detained”, “For a Michelin star”, “Rarely”, “I like Cola better -Cao ”among many others, for MICRO THEATER FOR MONEY, 2011 – until today. / Director of the series THE HEART OF THE OCEAN. Produced by GLOBOMEDIA for Cuatro. 2011. / Director of the PUNTA ESCARLATA series. Produced by GLOBOMEDIA for Cuatro. 2011. / Director of the RED ÁGUILA series. Produced by GLOBOMEDIA for TVE1. 2009. / Director of the video clip “Eres tonto” for El Canto del Loco (Sony Music Entertainment España, S.L.). 2008. / Director of the series COUNTDOWN. Produced by GLOBOMEDIA for Cuatro. 2007-2008 Executive producer and director of the SMS series, unafraid to dream. Produced by GLOBOMEDIA for La Sexta. 2006-2007 / Director of SUPERVILLANOS, a fiction series for mobile phones (Amena) produced by GLOBOMEDIA. Also broadcast on LA SIXTA. 2005 / Executive producer and director of the series MIS ADORABLES VECINOS. Produced by GLOBOMEDIA for Antena3. 2004 / Executive producer and director of the series POLICIAS, en el Corazón de la Calle. Produced by GLOBOMEDIA for Antena3. 2000-2003 / Executive producer and director of the COMPAÑEROS series. Produced by GLOBOMEDIA for Antena3. 1998-1999 / Director of the series MENUDO ES MI PADRE. Produced by GLOBOMEDIA for Antena3. 1996

locandina

CONSUME
Bruno Gradaschi | ARGENTINA | 2020 | 13′ | distopico / grottesco – Associak Distribuzione

Sinossi | Un mondo dove chiunque vive isolato nella propria postazione di lavoro e si nutre di liquidi provenienti da distributori: i lavoratori, che sono solo numeri, svolgono compiti incomprensibili e alienanti con l’obiettivo di guadagnare punti per salire di grado ed accedere ad una vita migliore.

Synopsis | A world where anyone lives in their workstations and eats liquids from distributors. The workers, who are just numbers, carry out incomprehensible and alienating tasks with the aim of earning points to rise in rank and access a better life.

STILL DEL FILM

still
autore
AUTORE/AUTRICE

Bruno Gradaschi. Argentino. Laureato all’IDAC (Instituto de Arte Cinematográfica de Avellaneda, Provincia di Buenos Aires). Dal 2001 prende parte a numerosi progetti per TV, Cinema, Pubblicità, Videoclip, ricoprendo i ruoli di regista, produttore, coordinatore post-produzione, motion graphic e montatore.

Bruno Gradaschi. Argentine. Graduated from IDAC (Instituto de Arte Cinematográfica de Avellaneda, Province of Buenos Aires). Since 2001 he has taken part in numerous projects for TV, Cinema, Advertising, Videoclip, covering the roles of director, producer, post-production coordinator, motion graphic and editor.

locandina

BETTER THAN NEIL ARMSTRONG
Alireza Ghasemi | IRAN | 2020 | 20’ | racconto di formazione – Associak Distribuzione

Sinossi | Quattro bambini iniziano il loro viaggio sulla luna con la missione di trovare un luogo misterioso chiamato “Redland”, le cui porte sono sorvegliate da un malizioso serpente.

Synopsis | Four children begin their journey to the moon with the mission to find a mysterious place called “Redland”, whose doors are guarded by a mischievous snake.

STILL DEL FILM

still
autore
AUTORE/AUTRICE

Alireza Ghasemi si è laureato in Filmaking presso l’Università dell’Arte di Teheran. Il suo ultimo cortometraggio “Lunch Time”, pluripremiato a livello internazionale, lo ha portato alla nomination alla Palma d’Oro del Festival di Cannes. Ha inoltre fondato il Globe International Silent Film Festival (GISFF).

Alireza Ghasemi graduated in Filmaking from Tehran University of the Arts. His latest short film “Lunch Time”, internationally awarded, led him to the nomination for the Palme d’Or at the Cannes Film Festival. He also founded the Globe International Silent Film Festival (GISFF).

locandina

LO SCHIACCIAPENSIERI
Domenico Modafferi | ITALY | 2019 | 13′.20 | commedia romantica – Zen Movie Distribution

Sinossi | Giuseppe è un ragazzo a cui manca la mano sinistra. Ma quando incontra la bellissima Viola, nasconde la sua condizione, fingendo addirittura di essere un pianista…

Synopsis | Giuseppe is a young man without a hand. But when he meets the beautiful Viola, he hides his condition, even pretending to be a pianist…

STILL DEL FILM

still
autore
AUTORE/AUTRICE

Domenico Modafferi, classe 1988, è nato a Reggio Calabria. Si laurea in Lettere Moderne presso l’Università di Messina nel 2012, e si diploma in Violino classico presso il conservatorio “Casella” dell’Aquila nel 2016. Realizza diversi cortometraggi da regista e sceneggiatore, tra cui “Margie” (2014), che ottiene numerosi riconoscimenti, e “Il Miracolo” (2015), vincitore della Menzione Speciale ai Corti d’Argento 2016. Lavora come assistente e aiuto regia per cinema, televisione e pubblicità. “Lo Schicciapensieri” (2019) è il suo ultimo cortometraggio.

Domenico Modafferi was born in 1988 in Reggio Calabria, Italy. He graduated in Modern Literature at the University of Messina in 2012, and in Classical Violin at the “Casella” conservatory of L’Aquila in 2016. He made several short films as a director and screenwriter, including “Margie” (2014), which received numerous awards, and “Il miracolo” (2015), winner of the Special Mention at the Corti d’Argento 2016. He works as an assistant director for cinema, television and advertising. “Lo Schicciapensieri” (2019) is his latest short film.

locandina

REFLECTION
Alvaro Jimenez | COLOMBIA | 2020 | 8′ | thriller / fantasy

Sinossi | Una giovane illustratrice si reca in campagna con il suo cane per farsi ispirare dalla natura. Ma una strana entità, che sembra una copia di se stessa, inizia a seguirla. Un cortometraggio che esplora le rappresentazioni dei sogni, della mente, dei sensi colpa, della paura e della realtà dell’individuo attraverso un viaggio di sensazioni ed emozioni. Si tratta di una domanda aperta allo spettatore su diversi argomenti della psiche e una dimostrazione di come le metafore audiovisive possano effettivamente palesare certe risposte.

Synopsis | A young illustrator travels to the countryside with her dog to get inspired by nature. But a strange entity, that seems to be herself, starts to follow her. A short film that explores the representations of the dreams, the mind, the guilt, fear and reality of the individual through a journey of sensations and emotions. It is an open question to the spectator on different matters of the psyche and a demonstration on how audiovisual metaphors can actually reveal certain answers.

STILL DEL FILM

still
autore
AUTORE/AUTRICE

Alvaro Jimenez si è laureato come musicista con specializzazione in ingegneria del suono presso la Pontificia Universidad Javeriana di Bogotá nel 2016. La sua tesi di laurea (Tambora: Songs from Loba), documentario realizzato in varie città nel nord della Colombia, è stato premiato con una menzione d’onore dall’università e ha ottenuto il primo posto nell’AES Latin American Student Competition nella categoria Audiovisual Media. Nel 2018 ha terminato il programma in Cinema digitale presso l’istituto SAE di Barcellona. Ha scritto e diretto diversi progetti, tra cui spiccano tre capitoli per la web series El Jefe (2018) e Palabras al Viento (2017) campagna di comunicazione organizzata dal collettivo Paz a la Calle in Catalogna. Ha scritto e diretto tre cortometraggi a livello professionale: Huellas (2017), cortometraggio premiato come miglior corto nella categoria Alumni del SAE Institute Barcelona. El Viaje (2018) selezionato nella categoria Miglior cortometraggio nazionale per il Festival Villa del Cine a Villa de Leyva, Colombia, e Reflejo (2021),  con il quale attualmente concorre alla preselezione di diversi festival in tutto il mondo. Nell’ottobre 2019 ha aperto la sua società di produzione, Piranga Films, con sede a Bogotá, Colombia.

Alvaro Jimenez graduated as a musician with emphasis in sound engineering from the Pontificia Universidad Javeriana of Bogotá in 2016. His degree thesis (Tambora: Songs from Loba), documentary made in various towns in northern Colombia, is condecorated with an honorable mention by the university and achieves the first place in the AES Latin American Student Competition in the Audiovisual Media category. In 2018 he finished the program in Digital Cinema at the SAE Institute Barcelona. He has written and directed several projects, among which three chapters stand out for the web series El Jefe (2018) and the Palabras al viento (2017) campaign organized by the Paz a la Calle collective in Catalunya. He has written and directed three short films at a professional level: Huellas (2017), a short film awarded as Best Short Film in the Alumni category of the SAE Institute Barcelona. El Viaje (2018) selected in the Best National Short Film category for the Villa del Cine Festival in Villa de Leyva, Colombia, and Reflejo (2021), currently participating in the preselection of several festivals around the world. In October 2019, he opened his own production company, Piranga Films, which is now based in Bogotá, Colombia.

locandina

BROKEN ROOTS
Asim Tareq/Sara Elzayat | JORDAN | 2020 | 4′ | animazione – Associak Distribuzione

Sinossi | Adam, un bambino di 10 anni che impersonifica il suo disagio con un albero nero nel mezzo del deserto, cerca di riempire il vuoto dentro di sé disegnando. L’unico colore che conosce è il nero, sebbene la sua stanza sia piena di scatole colorate.

Synopsis | Adam, a 10-year-old boy who personifies his discomfort with a black tree in the middle of the desert, tries to fill the void within himself by drawing. The only color he knows is black, although his room is full of colored boxes.

STILL DEL FILM

still
autore
AUTORE/AUTRICE

Asim Tareq (regista, motion designer, compositore, animatore 3D, modellatore) e Sarah Elzayat (character designer, concept artist e animatrice 2D) sono entrambi laureati in animazione e multimedia presso l’Università di Petra in Giordania. Lavorano assieme alla regia ed alla creazione del cortometraggio animato “Broken Roots”. In precedenza, la loro collaborazione porta alla creazione di numerosi progetti, tra cui l’apertura del Festival Cinematografico di Karama.

Asim Tareq (director, motion designer, composer, 3D animator, modeler) and Sarah Elzayat (character designer, concept artist and 2D animator) are both graduates in animation and multimedia from the University of Petra in Jordan. They work together in the direction and creation of the animated short film “Broken Roots”. Previously, their collaboration led to the creation of numerous projects, including the opening of the Karama Film Festival.

locandina

THE CLOUD IS STILL THERE
Mickey Lai | MALAYSIA | 2020 | 18′ | drammatico – Associak Distribuzione

Sinossi | Quando suo nonno si ammala in maniera terminale, Xiao Le, una giovane donna cristiana, deve prendere una decisione sull’opportunità di intervenire tramite i rituali taoisti della famiglia. Spinta dal desiderio di salvare l’anima del nonno inizia a pregare segretamente al suo capezzale. Quando sua madre scopre l’inganno ne rimane devastata.

Synopsis | When her grandfather becomes a terminally ill, Xiao Le, a young Christian woman, must make a decision about whether to intervene through the family’s Taoist rituals. Pushed by the desire to save her grandfather’s soul, she begins to pray secretly at his bedside. When her mother discovers her deception she is devastated.

STILL DEL FILM

still
autore
AUTORE/AUTRICE

Nata nel 1995 in Malesia, Mickey Lai è una scrittrice e regista. Nel 2020 ottiene il Master of Fine Arts – Film and TV Production alla Met Film School di Londra. Lavora attivamente nel suo paese come regista freelance, assistente alla regia e montatrice. Recentemente il suo cortometraggio di debutto semi autobiografico “The Cloud Is Still There” è stato selezionato ufficialmente nei prestigiosi Clermont -Ferrand International Film Festival, Busan International Film Festival, BAFTA-qualifying Norwich Film Festival ed ha vinto il “Best Performance Award” al SeaShorts FilmFestival.

Born in 1995 in Malaysia, Mickey Lai is a writer and director. In 2020 she obtained the Master of Fine Arts – Film and TV Production at the Met Film School in London. She works actively in her country as a freelance director, assistant director and editor. Recently his semi-autobiographical debut short film “The Cloud Is Still There” was officially selected in the prestigious Clermont-Ferrand International Film Festival, Busan International Film Festival, BAFTA-qualifying Norwich Film Festival and won the “Best Performance Award” at SeaShorts FilmFestival.

locandina

#PICOFTHEDAY
Andrea Beluto | ITALY | 2020 | 19′ | commedia surreale – Premiere Film Distribuzione

Sinossi | Vittorio (26 anni) è un giovane come tanti. Passivo e indolente, aspetta di trovare le giuste coordinate che indirizzino la propria vita verso obiettivi e scopi da raggiungere. Il frenetico avanzare della tecnologia dei social ed il costante bombardamento mediatico, rappresentano il più grande ostacolo per un sano inserimento del ragazzo nella società. Il mondo che ha davanti ai suoi occhi è filtrato e reso fasullo, ipocrita, dal distacco imperante che si è creato nei rapporti interpersonali. Un’ancora di salvezza è offerta a Vittorio quando entra in contatto con una realtà parallela…

Synopsis | Vittorio (26 years old) is a young man like many others. Passive and indolent, he waits to find the right coordinates that direct his life towards goals and objectives to be achieved. The frenetic advancement of social media technology and the constant bombardment of the media represented the greatest obstacle for a healthy inclusion of the boy in society. The world in front of him is filtered and made false, hypocritical, by the prevailing detachment that has been created in interpersonal relationships. A lifeline is offered to Vittorio when he comes into a parallel reality…

STILL DEL FILM

still
INTERVISTA CON L’AUTORE/AUTRICE

autore
AUTORE/AUTRICE

Andrea Beluto è laureato in Discipline delle Arti Visive Musicali e dello Spettacolo. Giovanissimo si trasferisce all’estero dove collabora con diversi festival cinematografici e musicali. Tornato a Roma consegue un master in scrittura creativa per il cinema ed effettua le prime esperienza come sceneggiatore e regista. Successivamente integra alle sue ambizioni autoriali quelle da assistente e tecnico su produzioni cinematografiche maggiori.

Andrea Beluto graduated in Disciplines of visual, musical and performing arts. From a young age he moved abroad where he collaborated with various film and music festivals. When he back in Rome, he obtained a master’s degree in creative writing for cinema and had his first experience as a screenwriter and director. Subsequently he integrates his authorial ambitions with those of assistant and technician on major film productions.

locandina

I AM AFRAID TO FORGET YOUR FACE
Sameh Alaa | EGYPT | 2020 | 15′ | drammatico – Zen Movie Distribution

Sinossi | Dopo 82 giorni passati lontano dalla sua amata, Adam è pronto a tutto pur di affrontare la distanza che li separa.

Synopsis | After being separated for 82 days, Adam travels down a rough road to be reunited with the one he loves, whatever it takes.

STILL DEL FILM

still
autore
AUTORE/AUTRICE

Nato in Egitto, Sameh Alaa studia letteratura tedesca all’Università del Cairo, sua città natale. Lavora come assistente alla regia per diversi spot pubblicitari e lungometraggi, prima di stabilirsi in Europa. Nel 2016 consegue un master presso l’EICAR di Parigi (École internationale de création audiovisuelle et de réalisation). Il suo primo cortometraggio, “Fifteen”, in anteprima al Toronto Int. Film Festival nel 2017, vince numerosi premi in tutto il mondo. Nel 2019 realizza la sua prima campagna pubblicitaria. Il suo ultimo cortometraggio, “I Am Afraid to Forget your Face”, vincitore della Palma d’Oro al Festival di Cannes 2020, è il primo film egiziano in 50 anni ad essere selezionato nella competizione dei cortometraggi. Sameh sta attualmente lavorando al suo primo lungometraggio.

Born in Cairo, Egypt, Sameh Alaa studied German literature at Cairo University. Before moving to Europe, he worked as an assistant director in advertisement and feature films. In 2016, he finished his MA in filmmaking at EICAR film school in Paris. Sameh’s first short film “Fifteen” premiered at Toronto Int. Film Festival 2017 and won several awards around the world.  In 2019 he made his first advertisement campaign as a writer and director. His last short film “I am afraid to forget your face”, winner of the Palme d’Or at Festival de Cannes 2020, is the first Egyptian film in 50 years to be selected for the Official Short Film Competition. Sameh is currently developing his debut feature film.

locandina

DAJLA: CINEMA AND OBLIVION
Arturo Dueñas Herrero | SPAIN | 2020 | 15′ | documetario

Sinossi | La vita continua a Dakhla, uno dei campi profughi saharawi nel sud dell’Algeria, abbandonato a se stesso da 45 anni. La celebrazione di un festival del cinema, il “Fisahara”, rompe la monotonia. L’evento finisce, la vita (e l’oblio) continua.

Synopsis | Life is going on in Dakhla, one of the Sahrawi refugee camps in southern Algeria, forgotten for 45 years. The celebration of a film festival, the Fisahara, breaks the monotony. The event ends, life (and oblivion) continues.

STILL DEL FILM

still
autore
AUTORE/AUTRICE

Arturo Dueñas (Esguevillas de Esgueva, Valladolid, Spagna, 1962). Corso di laurea in cinematografia e regia cinematografica presso la New York Film Academy. Membro a pieno titolo dell’Accademia delle arti e delle scienze cinematografiche della Spagna. Attore, regista, produttore, montatore e sceneggiatore in diversi cortometraggi, ha prodotto e diretto i lungometraggi Amateurs (Aficionados, 2011), selezionati e premiati in oltre 30 festival internazionali, Corsairs (Corsarios, 2015), Mission: Sahara (Misión : Sáhara, 2016), Built Lands (Tierras Construidas, 2019) e Pessoas (Pessoas, 2020).

Arturo Dueñas (Esguevillas de Esgueva, Valladolid, Spain, 1962). Bachelor of Arts, Qualified in Cinematography and Filmmaking Course at the New York Film Academy. Full member of the Academy of Arts and Cinematographic Sciences of Spain. Actor, director, producer, editor and scriptwriter in several short films, he has produced and directed the feature films Amateurs (Aficionados, 2011), selected and awarded in over 30 international festivals, Corsairs (Corsarios, 2015), Mission: Sahara (Misión: Sáhara, 2016), Built lands (Tierras construidas, 2019) and Pessoas (Pessoas, 2020).

locandina

500 CALORIES
Cristina Spina | ITALY-USA | 2020 | 17′.21 | drammatico – Zen Movie Distribution

Sinossi | Un essere umano per vivere ha bisogno di almeno 1200 calorie al giorno. Una donna nel mezzo di una crisi esistenziale si confronta con la sua insegnante di danza che l’aveva costretta, all’età di 13 anni, a limitare la sua dieta a 500 calorie al giorno.

Synopsis | A human being needs at least 1200 calories a day to live. A woman in the middle of an existential crisis confronts her ballet teacher who had forced her, at the age of 13, to restrict her diet to 500 calories a day.

STILL DEL FILM

still
INTERVISTA CON L’AUTORE/AUTRICE

autore
AUTORE/AUTRICE

Cristina Spina è un’attrice, scrittrice e regista italiana residente a New York. Inizia la sua carriera a Roma come ballerina e attrice, lavorando con i più importanti registi teatrali italiani, come Luca Ronconi, Massimo Castri e Carlo Cecchi. Cristina debutta in America quando viene scelta dalla coreografa e regista Martha Clarke per un ruolo da protagonista nello spettacolo Kaos di Frank Pugliese al New York Theatre Workshop. Nel 2013, studia alla NYU Tisch School nel corso cinematografico Sight & Sound. È assistente alla regia nel film di Bette Gordon “The drowning”. Per “House of Cards”, stagione 6, segue il regista Alik Sakharov. E per “City on a hill”, stagione 2, segue il regista Hagar Ben Hasher. Nel 2016 dirige il suo cortometraggio d’esordio “Così sia”, vincitore del premio Miglior Cortometraggio al Rome Independent Film Festival. In seguito, scrive e dirige “500 Calories” (2020), e ora sta sviluppando il suo primo lungometraggio, “Rose is a Rose”.

Cristina Spina is an Italian actor, writer and director based in New York City. She started her career as a dancer and actor in Rome, working with top Italian Theater directors, such as Luca Ronconi, Massimo Castri and Carlo Cecchi. Cristina made her American debut when she was chosen by choreographer and director Martha Clarke for a lead role in the play Kaos by Frank Pugliese at the New York Theatre Workshop. In 2013, she studied at NYU Tisch School in their film program’s Sight & Sound Course. She was assistant director on Bette Gordon’s film “The drowning”. For “House of cards”, season 6, she shadowed the director Alik Sakharov. And for “City on a hill”, season 2, she shadowed the director Hagar Ben Hasher. In 2016, she directed her debut short film “So Be It”, which won Best Short Film at the Rome Independent Film Festival. She then wrote and directed “500 Calories” (2020), and she is now developing her first feature film, “Rose is a Rose”.

locandina

LA PLAYITA
Sonia Bertotti | ARGENTINA | 2018 | 13′ | docufiction

Sinossi | La città di Corrientes in estate. Sulle rive del Paraná, all’ombra sotto il ponte del generale Belgrano, migliaia di famiglie si contendono lo spazio per l’ombrellone e la sdraio. Priscila, una bambina di 7 anni a cui nessuno presta attenzione, parte all’inseguimento di un sfuggente venditore di giocattoli, allontanandosi dalla sua famiglia e avvicinandosi all’avventura.

Synopsis | The City of Corrientes in summer. On the shores of Paraná, in the shadow under General Belgrano Bridge, thousands of families compete for space for their umbrella and chaise lounge. Priscila, a 7 year old girl no one pays any attention to, sets out in pursuit of an elusive toy vendor, getting further away from her family and closer to adventure.

STILL DEL FILM

still
autore
AUTORE/AUTRICE

Sonia Bertotti ha studiato regia cinematografica al CIEVYC e fotografia professionale presso la Scuola di Fotografia e Arti Visive Maestro Quinquela. Laureata in Insegnamento delle Arti Audiovisive presso l’Università Nazionale di San Martín (UNSAM) e la Scuola Nazionale di Sperimentazione e Realizzazione Cinematografica (ENERC). Lavora nel campo della regia cinematografica e televisiva, oltre che come insegnante all’Espacio Acción e all’Università Nazionale di San Martín. Specializzata nella realizzazione di videoclip, ha diretto più di 14 cortometraggi e di 30 videoclip, per i quali ha ricevuto 25 premi nazionali e internazionali, Attualmente sta pre-producendo il suo primo lungometraggio di finzione “El Impenetrable”.   

  Sonia Bertotti studied Film Directing at CIEVYC and Professional Photography at the Maestro Quinquela School of Photography and Visual Arts. Graduated in Teaching of Audiovisual Arts from the National University of San Martín (UNSAM) and from the National School of Cinematographic Experimentation and Realization (ENERC). She works in the area of ​​direction in film and television. He also works as a teacher at Espacio Acción and at the National University of San Martín. She specializes in making video clips. She directed more than 14 short films and 30 video clips, for which he received 25 national and international awards, among which the short film “Little Red Riding Hood and the Woodcutter in the Mount, after the happy ending” (2013), made with the support of Incaa, stands out. recorded entirely in the Chaco mountain. She is currently finishing the post-production of his short film La Playita, winner of the Short Stories contest of the National Institute of Cinema and Audiovisual Arts 2017 and pre-producing his first fiction feature film El Impenetrable, winner of the Opera Prima contest, organized by INCAA . She is co-founder of “LOBA – Manada audiovisual” producer of audiovisual content and of the documentary feature “Dilda dominga feminista”, winner of the INCAA Vía Digital subsidy (2019) for production and the Mecenazgo program (2019).

locandina

AVA’S SILENCE
Seyed Gholamreza | Nematpour | IRAN | 2020 | 13′ | drammatico

Sinossi | Una giovane ragazza di nome Ava deve lavorare nell’officina di suo padre come meccanico a causa della malattia di quest’ultimo. La ragazza non vede l’ora che suo fratello torni dal servizio militare collocato in una zona di confine per sposare Abbas …

Synopsis | A young girl called Ava has to work in her fathers’ auto shop as a mechanic because of her fathers’ illness. Ava is looking forward to her brother returning from military service in a border area so as to get marry Abbas…

STILL DEL FILM

still
autore
AUTORE/AUTRICE

Seyed Gholamreza Nematpour è nato a Khoram Abad nel 1976. Si laurea in regia cinematografica presso la Sooreh University di Teheran e consegue un master in regia televisiva. Insegnante di sceneggiatura, regia, montaggio e fotografia presso la Khoram Abad Youth Cinema Society. Ha realizzato 14 cortometraggi tra cui un film di animazione, un documentario e film di video arte. “No Heaven For Gunga Din” è il suo primo lungometraggio. Partecipa a vari festival cinematografici ottenendo diversi premi e selezioni.

Seyed Gholamreza Nematpour was born in Khoram Abad in 1976 . Having B.A. degree in the field of directorial from Sooreh University in Tehran and M.A Degree in the field of TV. Teacher Of script writing , directoring, editing, and photography in Khoram Abad Youth Cinema Society. Made 14 Short films including Animation, documentary, and video art. “No Heaven For Gunga Din” my first long film. Participating in various film Festivals and getting some awards.



section2

locandina

CRIS SUPERSTAR
Guillermo Fernandez Groizard | SPAIN | 2020 | 20′ | musical

Sinossi | Patatoni, entra in una SteakHouse e improvvisamente offre un contratto milionario a Cris, cameriera, per trasformarla in una nuova star televisiva, ma a una condizione: deve abbandonare tutto in quel momento e salire in macchina con Patatoni. Cris, che in passato ha vinto il concorso teatrale della scuola, crede che sia l’occasione della sua vita. Anche se, la settimana dopo, dovrebbe sposare il suo fidanzato di vecchia data …

Synopsis | Patatoni, enters a SteakHouse and suddenly offers a millionaire contract to Cris, a waitress, to be a new television star, but with one condition: if she accepts, she must abandon everything at that moment and get in the car with Patatoni. Cris, who won the school theater competition, believes that it’s the opportunity of her life. But next week she marries her longtime boyfriend…

STILL DEL FILM

still
autore
AUTORE/AUTRICE

Guillermo Groizard. È regista teatrale, cinematografico e televisivo, oltre che produttore esecutivo di serie TV presso la rete GLOBOMEDIA. Questi alcuni dei suoi lavori più apprezzati: la pluripremiata commedia “This is not a date” (2013), gli spettacoli “This is not a fax”, “In labor”, “Dreaming maybe fucking”, “Detained”, “For a Michelin star”, “Rarely”, “I like Cola better – Cao ” tra gli altri, per il MICRO THEATER FOR MONEY (dal 2011 fino ad oggi). Regista delle serie TV “The heart of the ocean” (2011), Punta escarlata (2011), Red águila (2009) per GLOBOMEDIA.

Director of the award-winning comedy “This is not a date” 2013. / Director of the plays “This is not a fax”, “In labor”, “Dreaming maybe fucking”, “Detained”, “For a Michelin star”, “Rarely”, “I like Cola better -Cao ”among many others, for MICRO THEATER FOR MONEY, 2011 – until today. / Director of the series THE HEART OF THE OCEAN. Produced by GLOBOMEDIA for Cuatro. 2011. / Director of the PUNTA ESCARLATA series. Produced by GLOBOMEDIA for Cuatro. 2011. / Director of the RED ÁGUILA series. Produced by GLOBOMEDIA for TVE1. 2009. / Director of the video clip “Eres tonto” for El Canto del Loco (Sony Music Entertainment España, S.L.). 2008. / Director of the series COUNTDOWN. Produced by GLOBOMEDIA for Cuatro. 2007-2008 Executive producer and director of the SMS series, unafraid to dream. Produced by GLOBOMEDIA for La Sexta. 2006-2007 / Director of SUPERVILLANOS, a fiction series for mobile phones (Amena) produced by GLOBOMEDIA. Also broadcast on LA SIXTA. 2005 / Executive producer and director of the series MIS ADORABLES VECINOS. Produced by GLOBOMEDIA for Antena3. 2004 / Executive producer and director of the series POLICIAS, en el Corazón de la Calle. Produced by GLOBOMEDIA for Antena3. 2000-2003 / Executive producer and director of the COMPAÑEROS series. Produced by GLOBOMEDIA for Antena3. 1998-1999 / Director of the series MENUDO ES MI PADRE. Produced by GLOBOMEDIA for Antena3. 1996

locandina

LOW REZ
Joel Jent | SWITZERLAND | 2020 | 4′ | videoclip

Sinossi | In tempi di pandemia globale, le riprese con una troupe sono vietate nella maggior parte dei paesi. Ci siamo chiesti come produrre un video musicale che garantisca lo storytelling e rappresenti la sua canzone in modo coerente. È così che siamo arrivati a un approccio circolare: riutilizzare e riciclare l’esistente. Internet archivia migliaia di ore di filmati di alta qualità, che possono essere utilizzati gratuitamente. Abbiamo dato vita al nostro concetto: ripensare il metraggio preesistente in una nuova storia e progettare un racconto che sfidi la nostra canzone. Con protagonisti i resuscitati Dona Drake, Coleen Gray e John Payne.

Synopsis | In times of a global pandemic, filming with a crew is prohibited in most countries. We asked ourselves how to produce a music video that guarantees storytelling and represents its song coherently. That’s how we came up with a circular approach: Reuse and recycle the existing. Internet archives bunker thousands of hours of high quality footage, that can be used free of charge.  We gave birth to our concept: Rethink pre-existing footage into a new story and design a tale that challenges our song. Starring reborn Dona Drake, Coleen Gray und John Payne.

STILL DEL FILM

still
autore
AUTORE/AUTRICE

Joel Jent è nato nel 1983, è cresciuto a Toggenburg (Svizzera). Dal 2004 al 2010 ha frequentato un corso di studi in cinema, scienze politiche, filosofia e storia socio-economica presso l’Università di Zurigo. Dal 2003, ha scritto, diretto e prodotto diversi cortometraggi e lungometraggi. I suoi lavori includono il cortometraggio del 2021 “Eating the Silence”, film vincitore del premio “Baghdad in my Shadow” e il documentario 3D “Iraqi Odyssey”, nonché i film in live-action selezionati dagli Academy Awards® 2017 e 2018 “Bon Voyage” e “Facing Mecca” (vincitore dello Student Academy Award 2017). Joël Jent tiene lezioni alla Zurich Art University ed è membro dell’Accademia Europea del Cinema e della Swiss Film Academy. 

Joel Jent was born in 1983, grew up in Toggenburg (Switzerland). From 2004 to 2010 Joël Jent pursued a program of study in film, political science, philosophy and social/economic history at University of Zurich. He then worked briefly as a journalist. Since 2003, Joël Jent has written, directed and produced several short- and feature films. His works include 2021 short fiction “Eating the Silence”, the Award winning films “Baghdad in my Shadow” and 3D feature documentary “Iraqi Odyssey” as well as the 2017 and 2018 Academy Awards® live-action shortlisted films “Bon Voyage” and “Facing Mecca” (Student Academy Award winner 2017). In 2014 “Stanislavski and Film” – his first book was published in German. Joël Jent lectures at Zurich Art University and is a member of the European- as well as the Swiss Film Academy. He works as filmmaker and screenwriter and is father to one son.

locandina

KYS
Jo Velli | ITALY | 2020 | 10′.45 | sperimentale musicale

Sinossi |   Non una storia, ma una serie di visioni e suggestioni che si articolano in un percorso. Un viaggio nell’ inconscio dell’autore ma anche dello spettatore, dedicato alle chiamate che riceviamo e a chi cerca chiavi…

Synopsis | Is not a story, but a series of visions and suggestions that are articulated in a path. A journey into the unconscious of the author but also of the viewer, dedicated to the calls we receive and to those looking for keys …

STILL DEL FILM

still
autore
AUTORE/AUTRICE

Jo Velli. Nato a Firenze nel 1973. Negli anni ‘90 ha frequentato l’ Accademia di Belle Arti, dove ha imparato ad amare l’arte moderna, il cinema ed il fumetto. In quel periodo ha cominciato a realizzare i suoi primi video. Adesso, dopo una lunga pausa, ha finalmente ripreso il percorso che aveva interrotto, spinto da una nuova e inaspettata ispirazione.

Jo Velli was born in Florence in 1973. In the 1990s he attended the Academy of Fine Arts, where he learned to love modern art, cinema and comics. Around that time he started making his first videos. Now, after a long pause, he has finally resumed the path he had interrupted, driven by a new and unexpected inspiration.



section3

locandina

MI CHIAMAVANO PIETRO
Pedro Mercado | VENEZUELA | 2020 | 8′.30 | documentario

Sinossi | Un uomo compie un percorso attraverso i personaggi e le situazioni che hanno segnato la sua infanzia; un’infanzia influenzata dalla forte presenza degli immigrati italiani in città, per strada, nel palazzo dove è nato e dove abita ancora. Ricorda con nostalgia un tempo di gioia e abbondanza, quando i suoi vicini lo resero parte della comunità italiana. A differenza di oggi, dove lo splendore della sua città, della sua strada e del suo palazzo sono scomparsi, insieme agli immigrati della sua infanzia.

Synopsis | A man takes a tour through the characters and situations that marked his childhood; a childhood influenced by the strong presence of italian people in the city, the street and the building where he was born and still lives in. He remembers with nostalgia a time of happiness and abundance, where his neighbors made him part of that italian community. In contrast with current times, where the splendor of his city, his street and his building have gone, together with his childhood immigrants.

STILL DEL FILM

autore
AUTORE/AUTRICE

Pedro Mercado è nato a Caracas (1984). Ha conseguito una laurea in lettere con specializzazione in studi cinematografici presso l’Universidad Central de Venezuela. Ha iniziato la sua carriera cinematografica come assistente alla macchina da presa e operatore di messa a fuoco nel reparto riprese di molti lungometraggi nazionali. Il suo primo cortometraggio Alberto (2013), ha partecipato in selezione ufficiale a numerosi festival cinematografici internazionali. Los de Abajo (The ones below, 2017), il suo secondo cortometraggio come regista e co-sceneggiatore ha vinto il primo premio per la migliore sceneggiatura del Festival Internacional de Cine del Desierto, a Sonora, Messico, 2016.

Pedro Mercado was born in Caracas (1984). Earned a Bachelor degree of Arts with Major in Cinema Studies from Universidad Central de Venezuela. He began his cinematographic career as camera assistant and focus puller in the camera department of many national feature films. Alberto’s (2013) his first short film, participated as official selection in many international film festivals. Los de Abajo (The ones below, 2017), his second short film as director and co-screenwriter, won the first prize for the Best Short Film Screenplay in Festival Internacional de Cine del Desierto, in Sonora, Mexico, 2016.

locandina

TRÁMITE DE ADMISIÓN
Tullio Cavalli / Abraham Tovar | VENEZUELA | 2020 | 8’ | docufiction

Sinossi | Sotto una visione retro-futuristica, in un’ipotetica situazione di conflitto, “Trámite de Admisión” è una breve rassegna dei valori originali dell’italianità in tempi difficili. Dal punto di vista di due personaggi, sconsolati da un presente che sta per scomparire; il pezzo è anche una sintesi del peso a volte insopportabile della nostalgia.

Synopsis | Under a retro-futuristic vision, in a hypothetical situation of conflict, “Trámite de Admisión” is a brief review of the original values of Italianism in difficult times. From the point of view of two characters, disconsolate for a present that is about to disappear; the piece is also a summary of the sometimes – unbearable weight of nostalgia.

STILL DEL FILM

INTERVISTA CON L’AUTORE/AUTRICE

autore
AUTORE/AUTRICE

Sotto l’influenza della cultura italo-americana dei suoi genitori, Tullio Cavalli trascorre l’infanzia e l’adolescenza tra la città di Caracas, in Venezuela, e Palamós, pittoresca cittadina della Costa Brava catalana. Poliglotta fin dall’infanzia, ha ricevuto una formazione multiculturale. In questi anni riceve un’importante influenza all’interno della famiglia: entrambi i nonni erano giornalisti, mentre sua nonna, Vera di Lorenzo, cantante lirica ritirata, era una concertista e vocal coach di spicco della lírica, della TV e del Teatro Venezuelano. Nel 1983 inizia la sua carriera teatrale con la Compañía Latinoamericana di Teatro Los Cuatro, partecipando come assistente di scena e aiuto regista a diverse produzioni dirette da Héctor Duvauchelle, Romeo Costea, Blanca Sanchez e Boris Kozlowski. Tra il 1985 e il 1988 fa parte del Taller del Actor diretto da Enrique Porte ed entra all’Università Centrale del Venezuela per ottenere nel 1990 il titolo di Bachelor in Mass Media & Social Communication. Tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio degli anni Novanta partecipa come attore a varie produzioni teatrali, soap opera e opere cinematografiche, tra cui i films italiani “Maya” di Marcello Avallone, “Laggiù nella Giungla” di Stefano Reali e “Narcos” di Giuseppe Ferrara. In teatro, è stato produttore associato, direttore artistico e produttore esecutivo, nonché regista, di numerose produzioni teatrali presentate su tutti i palcoscenici del Venezuela. Attualmente prepara, in formato playfilm, “Il Malinteso” di Albert Camus. È co-regista, insieme al regista venezuelano Alfredo Sánchez, del documentario “De aquí y de allá” prodotto dall’Istituto Italiano di Cultura nell’ambito della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo del 2019. Nel 2020 ha vinto il Primo Premio della prima edizione del Fare Cinema Contest organizzato dall’Ambasciata d’Italia e dall’Istituto Italiano di Cultura di Caracas, per il cortometraggio di fiction “Trámite de Admisión” di cui è coproduttore, regista e sceneggiatore. È stato scrittore, direttore creativo, produttore esecutivo e regista di vari programmi televisivi, campagne pubblicitarie-istituzionali, Morning TV, servizi informativi e speciali di varietà per diverse imprese radio-televisive come Radio Caracas Televisión, Televen, Televisión de Actualidad, DAT TV, A&E Mundo, Warner Channel, Evempro e Movistar.

locandina

FALTA… TODAVÍA FALTA
Juan Rodrigo Urso Arteaga | VENEZUELA | 2020 | 8′.08 | documentario

Sinossi | Il corto di Urso Arteaga è la storia di un siciliano, suo nonno, che arriva in Venezuela con la missione di pagare il debito contratto dalla sua famiglia per coprire la dote della sorella appena sposata. Anche se in un primo momento l’immigrato sogna di tornare nella sua isola, con il passare del tempo in territorio venezuelano, il suo modo di essere e di percepire il mondo cambia …

Synopsis | The short film by Urso Arteaga is the story of a Sicilian, his grandfather, who arrives in Venezuela with the mission of paying the debt incurred by his family to cover the dowry of his newly married sister. Even if at first  time the immigrant dreams of returning to his island, with the passage of time in Venezuelan territory, his way of being and perceiving the world changes …

STILL DEL FILM

autore
AUTORE/AUTRICE

Juan Rodrigo Urso è nato il 18 gennaio 2002 a Caracas, in Venezuela. All’età di dieci anni, Juan Rodrigo Urso è stato il più giovane finalista del III Concorso Internazionale di Racconti Brevi del “Museo de la Palabra” (Spagna), a cui hanno partecipato 22.571 scrittori provenienti da 119 paesi. Nel 2016 è stato il primo straniero ad ottenere una Menzione d’Onore al Concorso Letterario della Biblioteca Popolare del Paraná (Argentina). Ha anche ottenuto lo stesso premio nello stesso concorso nel 2017 e nel 2019. Nel 2017 ha ottenuto una Menzione d’Onore al Concorso Letterario Terminemos el Cuento (Bolivia). Nel 2019 ha vinto il V Concorso di racconti brevi “Javier Tomeo” (Spagna) e il II Concorso di racconti brevi “Juan Torregrosa” (Spagna). A dicembre 2020 ha vinto il premio nella categoria “Giovani Talenti” al Concorso Audiovisivo Fare Cinema “L’immigrato italiano” con il cortometraggio “Falta … Todavía Falta”.

Juan Rodrigo Urso was born on January 18, 2002 in Caracas, Venezuela. At the age of ten, Juan Rodrigo Urso was the youngest finalist of the III International Short Story Contest of the “Museo de la Palabra” (Spain), in which participated 22,571 writers from 119 countries. In 2016, he was the first foreigner to obtain a Honorable Mention in the Literary Contest of the Popular Library of Paraná (Argentina). He also got the same award in the same contest in 2017 and 2019. In 2017 got a Honorable Mention in the Literary Contest Terminemos el Cuento (Bolivia). In 2019, he was the winner of the V “Javier Tomeo” Short Story Contest (Spain) and the II “Juan Torregrosa” Short Story Contest (Spain). In December 2020 he won the award in the category “Young Talents” in the Fare Cinema Audiovisual Contest “The Italian immigrant” with the short film “Falta…Todavía Falta”.