Parsifal Reparato

Parsifal Reparato

Biografia

Parsifal Reparato, nato a Napoli, classe 1985, è antropologo, giornalista e Direttore della Fotografia. Nel 2011 realizza il suo primo documentario, Mas alla de la Santería, in seguito ad un progetto di ricerca di antropologia medica sulla prevenzione dell’HIV e pratiche terapeutiche nella Santeria cubana. Nel 2012 co-realizza il documentario Villa villa Vigna, menzione speciale per il concorso del Ministero dell’Agricoltura Rural4Youth inerente la biodiversità e le scelte di vita alternative alla città. Nel 2015 co-dirige il documentario Rezeki, sui cercatori d’oro e pietre preziose a Sumatra, un progetto finanziato dall’UE Seatide e l’Università di Milano “Bicocca”. Nel 2018 dirige l’unità italiana per il documentario argentino, El camino de Santiago, diretto da Tristán Bauer. Da anni Parsifal lavora sui paesi socialisti ed ex-socialisti che affrontano la sfida dell’economia globale. Un fil rouge collega i suoi lavori e le sue scelte di vita che lo hanno portato a realizzare Nimble fingers. Parsifal è anche giornalista free lance e collabora con diverse riviste. Nel 2015 il suo reportage Chikù, su un ristorante di cucina rom-napoletana a Scampia, ha vinto la competizione Myllennium Award. Nel 2008 Parsifal ha pubblicato un saggio sulle seconde generazioni di immigrati a Roma, per il Progetto Europeo Tresegy WP5 con l’Associazione Lunaria. Nel 2010 ha pubblicato il saggio ”Integrazione della comunità Mandinga in un quartiere napoletano” per il XIV Taller de Antropología Social e Cultural Afroamericana, con il Museo Casa de Africa a L’Avana, Cuba. Nel 2013 ha pubblicato la sua tesi Esperienza di malattia e percorsi terapeutici sull’ hiv/aids nella Santería cubana. Una prospettiva di antropologia visiva.

Opere correlate