Ferdinando Amato

Ferdinando Amato

Biografia

Ferdinando Amato è nato in Sicilia ad Avola (SR). E’ antropologo, videomaker e fotografo. Inizia la sua attività lavorando come antropologo visivo per enti pubblici e privati nella realizzazione di brevi video reportage sulle tradizioni e la promozione del territorio siciliano, tra cui I vanniaturi di Avola, Pani i casa, Rimunna. Dal 2017 fa parte di Emidio di Treviri, gruppo di ricerca che indaga le conseguenze del sisma nell’Italia centrale, con cui realizza il libro Sul fronte del sisma, diverse mostre fotografiche e brevi documentari. Nel 2019 realizza il suo primo documentario lungometraggio Le terre di tutti insieme a Marilin Mantineo per le Brigate di Solidarietà Attiva ed Emidio di Treviri, un lungo viaggio dentro le comunanze agrarie marchigiane. La Pancia Verde. Auto-organizzarsi in tempi di emergenza, scritto con Giulia Tonelli nel 2021, è il suo secondo documentario lungometraggio prodotto da Umbria Equo Solidale e Altrocioccolato; il film è accompagnato da un libro dallo stesso titolo.

Opere correlate